Sito dell'A.N.P.I. di LISSONE - Sezione "Emilio Diligenti"

8 settembre 1943: le vicissitudini di cinque Lissonesi

3 Septembre 2017 , Rédigé par anpi-lissone Publié dans #storie di lissonesi

Il giorno 8 settembre 1943, i sei Lissonesi

Oreste Ballabio, di anni 20

Gabriele Cavenago, di anni 23

Enrico Consonni, di anni 21

Salvatore Lambrughi, di anni 19

Oreste Parma, di anni 24 

Arnaldo Pellizzoni, di anni 28


in divisa militare, sono in guerra su diversi fronti.

Dopo la firma dell’armistizio tra l’Italia e gli Alleati e l’ambiguo proclama di Badoglio, le loro vicende mutano rapidamente: Oreste Ballabio partecipa alla liberazione dell'Italia nel Corpo Italiano di Liberazione, Gabriele Cavenago, passa tra le fila della Resistenza come membro delle SAP - Squadre di Azione Patriottica, Enrico Consonni, militare "sbandato" riesce a tornare a Lissone dalla Yugoslavia, Oreste Parma e Arnaldo Pellizzoni, Salvatore Lambrughi, catturati dai tedeschi, vengono internati nei lager nazisti. I sei, terminata la guerra, faranno ritorno al loro paese.  Oreste Parma, Arnaldo Pellizzoni e Salvatore Lambrughi, benché molto provati nel fisico e nell’animo, riusciranno a sopravvivere, a resistere e a tornare dal campo di concentramento.


Ma leggiamo le loro storie:
 

Oreste Ballabio


Gabriele Cavenago


Enrico Consonni

 

Salvatore Lambrughi


Oreste Parma


Arnaldo Pellizzoni

 

Partager cet article

Repost 0