Sito dell'A.N.P.I. di LISSONE - Sezione "Emilio Diligenti"

Articles récents

23 marzo Monza 2019 BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE

22 Mars 2019 , Rédigé par anpi-lissone Publié dans #varia

Straordinaria giornata di mobilitazione delle associazioni e dei cittadini brianzoli contro ogni forma di discriminazione.

BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE MONZA 23 03 2019 - Piazza Trento e Trieste - ore 14:30

L'ANPI di Lissone c'era.

23 marzo Monza 2019 BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE23 marzo Monza 2019 BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE
23 marzo Monza 2019 BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE23 marzo Monza 2019 BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE
23 marzo Monza 2019 BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE23 marzo Monza 2019 BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE
23 marzo Monza 2019 BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE23 marzo Monza 2019 BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE
23 marzo Monza 2019 BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE

APPELLO

Le associazioni per una Brianza solidale, accogliente, umana. È ora di una straordinaria assunzione di responsabilità, e di dare vita ad una azione che sappia dare voce e organizzare una resistenza civile e culturale ampia, diffusa, unitaria. In questi anni difficili migliaia di donne e uomini sul nostro territorio si sono impegnate quotidianamente in un’opera straordinaria di solidarietà per rendere migliore la qualità della vita di tutte le persone che hanno deciso di fare della Brianza il proprio luogo di vita e di progetto.

Noi vogliamo unire e non dividere, vogliamo farcela tutti insieme.

Oggi si addensano nubi terribili sul futuro. Non passa giorno nel quale la più becera e retrograda propaganda non metta in discussione i principi fondamentali della convivenza civile.

Nella nostra provincia vivono oltre 70.000 persone di origine straniera, quotidianamente creano ricchezza economica e sociale, rappresentano anch’essi il presente che costruisce il futuro. Noi crediamo che le differenze siano un patrimonio per il futuro, una ricchezza da coltivare e non una pianta da estirpare.

Noi siamo per l’inclusione e non per l’esclusione, solo così si garantisce sicurezza e serenità. Invece, chi predica odio e divisione crea le condizioni per l’affermarsi della paura per il presente e per il futuro.

Noi siamo antifascisti e antirazzisti. Noi ci battiamo per il riscatto dei più deboli e per scelte radicalmente diverse in materia di immigrazione, di politiche di inclusione e di lotta alle diseguaglianze e alla povertà.

Noi ci mobilitiamo perché immaginiamo e vogliamo vivere in un territorio, un’Italia e un’Europa che siano più giuste, più aperte e più felici.

Il momento è ora, per incontrarci tutte e tutti in una giornata di lotta e di festa.

Chiamiamo tutti i cittadini ad una straordinaria giornata di mobilitazione.

23 marzo Monza 2019 BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE
Lire la suite

Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle VITTIME DI MAFIA

21 Mars 2019 , Rédigé par anpi-lissone Publié dans #varia

Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle VITTIME DI MAFIA

Partecipazione alla celebrazione della XXIV Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle Vittime di mafia, che si è tenuta Giovedì 21 marzo 2019 alle ore 11.00 presso la scuola Benedetto Croce in via Mariani.

Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle VITTIME DI MAFIA
Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle VITTIME DI MAFIA
Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle VITTIME DI MAFIA
Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle VITTIME DI MAFIA
Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle VITTIME DI MAFIA
Lire la suite

Giornata internazionale della donna 2019

6 Mars 2019 , Rédigé par anpi-lissone Publié dans #varia

Giornata internazionale della donna 2019

In occasione della Giornata internazionale della donna 2019, di seguito i link ad alcuni articoli del nostro sito riguardanti le donne:

L'emancipazione femminile: il lungo cammino verso il voto delle donne

http://anpi-lissone.over-blog.com/pages/Il_lungo_cammino_verso_il_voto_delle_donne-6682250.html

 

Le donne e le conquiste del dopoguerra

http://anpi-lissone.over-blog.com/article-28090896.html

 

La Resistenza delle donne 1943-1945

http://anpi-lissone.over-blog.com/article-la-resistenza-delle-donne-1943-1945-110136078.html

 

Le donne nella Resistenza

http://anpi-lissone.over-blog.com/article-le-donne-nella-resistenza-87968468.html

 

Le donne nella Resistenza in Lombardia

http://anpi-lissone.over-blog.com/article-le-donne-nella-resistenza-in-lombardia-99391342.html

Lire la suite

Prima le Persone Milano 2 marzo 2019

4 Mars 2019 , Rédigé par anpi-lissone Publié dans #varia

Prima le Persone Milano 2 marzo 2019

Manifestazione nazionale a Milano - People - Prima le Persone

L'ANPI c'era.

Manifestazione nazionale a Milano - People - Prima le Persone

A Milano città antifascista, multietnica e solidale, si è svolta, sabato 2 marzo, una grande manifestazione nazionale unitaria contro la deriva razzista, xenofoba e antisemita che sta investendo l'Europa e il nostro stesso Paese.

Viene pericolosamente alimentata la politica della paura e la cultura della discriminazione e dell'intolleranza.

Non a caso il titolo del nostro appello è "Prima le persone", l'esatto contrario dello slogan "Prima gli italiani".

La persona umana è centrale nella nostra Carta Costituzionale.

L'articolo 3 recita infatti: "E' compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana.

La manifestazione, alla quale, oltre all'ANPI, hanno aderito più di duecento associazioni, non è stata soltanto contro la politica della discriminazione e dell'intolleranza, ma per rivendicare un'Italia e un'Europa più giuste, più aperte e più solidali.

Alla manifestazione ha partecipato Carla Nespolo, Presidente nazionale dell'ANPI.

Prima le Persone Milano 2 marzo 2019Prima le Persone Milano 2 marzo 2019Prima le Persone Milano 2 marzo 2019

Di seguito il commento della Presidente Carla Nespolo alla manifestazione nazionale del 2 marzo a Milano.

Il 2 marzo Milano era meravigliosamente affollata di passione democratica e antifascista, di voglia di far uscire l’Italia dal torpore dell’entusiasmo e della coscienza e ridarle finalmente un forte respiro civile. Ero lì tra le tante e i tanti protagonisti di quella bella giornata, era lì l’ANPI, da tutta Italia, per confermare il suo dovere di stimolo all’unità, alla responsabilità, al rendere concrete tutti i giorni, in ogni luogo, le radici migliori, i valori di libertà, partecipazione e democrazia. Ho visto tanta vitalità negli occhi, tanta gioia nell’incontrarsi, tanto bisogno di condividere ansie e sogni. Ebbene, questo patrimonio non deve essere perso. C’è un popolo pronto a darsi da fare, a sostenere un cammino serio di svolta. E’ il momento dell’ascolto autentico e di una presenza fattiva. E’ in gioco il futuro dei diritti sociali e civili. “Prima le persone” non è solo uno slogan ma un progetto di civiltà e di umanità concreta che ci indica la Costituzione nata dalla Resistenza.

Carla Nespolo

Presidente nazionale ANPI

 

Lire la suite

2019 Come iscriversi all'ANPI

18 Février 2019 , Rédigé par anpi-lissone Publié dans #varia

2019 Come iscriversi all'ANPI

per contattarci

modulo per iscriversi

Può iscriversi all'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia chiunque condivida i nostri valori.

Lire la suite

Assemblea annuale dei soci 16 febbraio 2019

11 Février 2019 , Rédigé par anpi-lissone Publié dans #varia

 

Lire la suite

FASCISMO, FOIBE, ESODO Le tragedie del confine orientale

8 Février 2019 , Rédigé par anpi-lissone Publié dans #il fascismo

FASCISMO, FOIBE, ESODO Le tragedie del confine orientale
Lire la suite

Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega

30 Janvier 2019 , Rédigé par anpi-lissone Publié dans #Giorno della Memoria

Giorno della Memoria

Lissone, 26 gennaio 2018

Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Alcuni momenti della posa della Pietra d’Inciampo dedicata a Mario Bettega
Lire la suite

Una pietra d’inciampo dedicata a Mario Bettega

14 Janvier 2019 , Rédigé par anpi-lissone Publié dans #Giorno della Memoria

A Lissone, il 26 gennaio prossimo alle ore 14,00, in occasione della Giornata della Memoria, verrà installata all’ingresso dello stadio comunale di calcio di via Dante una pietra d’inciampo dedicata a Mario Bettega.

Calciatore della ProLissone, di grande talento, operaio della Breda, antifascista, impegnato nella Resistenza, all’età di ventisei anni Mario Bettega è morto il 19 marzo 1945 nel lager di Mauthausen, da dove non è più tornato.

La posa sarà effettuata dall’artista tedesco Gunter Demnig, che mosso da ragioni etiche, ha ideato il progetto artistico delle Pietre d'inciampo, come strumento contro l’oblio, il negazionismo e il revisionismo storico, in memoria di cittadini deportati nei campi di sterminio nazisti.

 

Una pietra d’inciampo dedicata a Mario Bettega

Le Pietre, in cui "l’inciampo" rappresenta metaforicamente un invito alla riflessione, hanno la forma di un sampietrino. Della dimensione di 10 per 10 centimetri, sono cubi di cemento che recano sul lato alto una targa in ottone con il nome e le date di nascita, di arresto, deportazione e morte delle vittime dello sterminio nazista o della persecuzione. Non solo ebrei, ma anche omosessuali, sinti, rom, testimoni di Geova, disabili fisici e mentali, oppositori del regime nazista e membri della Resistenza.

Lissone, 25 gennaio 2019

Il Sindaco di Lissone Concettina Monguzzi scrive:

«Una pietra per ricordare.

Era un calciatore Mario Bettega, un ragazzo che sicuramente non passava inosservato.

Bello, atletico, sguardo vispo. Un talento cristallino. Col pallone fra i piedi, era capace di incantare, creare, divertire, fare goal.

Forse, al giorno d'oggi, sarebbe diventato uno di quei "miti" di cui si comprano la maglietta con sopra il numero ed il nome stampato.

Ma oltre che giocatore della Pro Lissone, Mario Bettega era un ragazzo con ideali e valori ben saldi.

Sosteneva l'importanza della libertà, del diritto all'uguaglianza, al pensiero, alla parola.

Fu convintamente antifascista e la sera, dopo aver lavorato in fabbrica, aiutava la Resistenza.

Lo faceva trasportando qualche pacco di otturatori e caricatori verso i laboratori clandestini che servivano per alimentare la difesa dal nazifascismo.

Mario Bettega fu catturato proprio mentre stava svolgendo la sua Resistenza.
Fu portato a San Vittore, da lì a Mauthausen dove morì ad appena 26 anni. Era il 19 marzo 1945. Un orrore.

A quel giovane, la città di Lissone rende omaggio posando una pietra d'inciampo proprio all'ingresso dello stadio comunale della Pro Lissone Calcio. Un luogo a lui caro. Possiamo immaginare quante volte avrà varcato quella soglia per andare a giocare una partita di calcio, per andare ad indossare la maglia bianca e blu della "Pro".

Il mio invito è proprio questo: fermarsi davanti a quel sampietrino metallico e pensare alla storia di questo giovane.

Una pietra d'inciampo posta alla soglia di un luogo importante per la nostra città. Uno spazio che diventa occasione di memoria. Di ricordo. Un mezzo per ricordarci chi ha dato la vita per la libertà e a spronarci ad andare sempre oltre la soglia per difendere i diritti di tutti.

Un po' come ha fatto Mario, che anziché rimanere in disparte ha scelto di varcare l'uscio di casa per aiutare la Resistenza.

A volte è difficile superare la soglia, occorre consapevolezza e coraggio. Occorre la volontà di prendere parte, di capire in cosa si vuole credere e dove riporre la speranza

Occorre muoversi. Noi ora stiamo ponendo pietre d'inciampo di persone che hanno vissuto più di 75 anni fa.

Tra 75 anni quali pietre d'inciampo potranno porre? Per che cosa? Per quale Resistenza?

E noi oggi che pietre d'inciampo vogliamo essere?»

Dal sito del Comune di Lissone:

http://www.comune.lissone.mb.it/Una-pietra-per-ricordare

Una pietra d’inciampo dedicata a Mario Bettega
Lire la suite

Altre iniziative per il Giorno della Memoria

13 Janvier 2019 , Rédigé par anpi-lissone Publié dans #Giorno della Memoria

Sabato 26 e Domenica 27 gennaio 2019

Lissone - Piazza Libertà Palazzo Terragni

Inaugurazione 26 gennaio ore 11

 

Organizzata dal Centro Culturale Fotografico Club F64 di Lissone una mostra fotografica dal titolo “IL SONNO DELLA RAGIONE”

 

Altre iniziative per il Giorno della Memoria
Altre iniziative per il Giorno della Memoria

______________________________________________________________________

A cura della Compagnia Teatro Instabile

Spettacolo Teatrale: "IL LAVORO RENDE LIBERI"

Regia di Filippo Mussi

27 Gennaio 2019 - ore 16.00 Palazzo Terragni - Piazza Libertà

Repliche rivolte ai ragazzi delle scuole lissonesi sabato 26 e lunedì 28 gennaio

Tema dello spettacolo:

La vita scorre normale a Berlino alla vigilia di Natale 1938, ma tutto sta cambiando. Il 30 gennaio 1939 è l'inizio della shoah, scandita da un discorso programmatico di Adolf Hitler. Milioni di persone a partire da quel momento escono dalla cittadinanza tedesca, perdono i loro diritti e diventano solo strumenti utilizzati ai fini della produzione bellica.

Lo spettacolo, che nel primo atto descrive una vita a Berlino di persone normali, ebrei ricchi e ebrei senza risorse, nel secondo atto offre uno spaccato di un campo di lavoro, la cui insegna posta sopra la porta di ingresso recita: "Il lavoro rende liberi".

Lire la suite
<< < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 20 30 40 50 60 > >>